TIPOLOGIE DI SCHEDE


Seppure esistano una varieta' notevole di architetture hardware e' comunque possibile raggruppare in piu' sottogruppi tutte le molteplici schede trattate dalla grifo®.
Una prima suddivisione e' data dalla loro funzione primaria, vale a dire se esse hanno funzioni decisionali o meno. Nella prima categoria vengono raggruppate le schede di CPU, nella seconda le schede Periferiche.
Da questa prima grossolana suddivisione si dipartono una nutrita serie di diramazioni che, via via, vanno meglio a specificare le caratteristiche dei vari sottogruppi fino ad arrivare alla definizione di una tipologia che coincide con le caratteristiche proprie della scheda stessa.
Vediamo di delineare una tipica gerarchia dei due gruppi primari citati.


 

SCHEDE DI CPU

A) Modelli di CPU modulari ed espandibili

Questa sottofamiglia ha il massimo di modularità in quanto, tramite il BUS Abaco®, e' in grado di pilotare tutte le possibili schede periferiche disponibili su questo BUS.
Le schede di CPU in Singola Europa non hanno virtualmente limiti in termini di espandibilita' (numero di linee di I/O o di funzioni aggiunte a quelle disponibili di base sulla scheda di CPU stessa).
Le dimensioni meccaniche si rifanno allo standard del Singola Europa consentendo l'impiego di tutta la serie di accessori meccanici tipici di questo formato. L'impiego di queste schede infatti prevede, per contenere tutto il carteggio, l'uso di un cestello (Rack) con un'altezza standard di 3HE ed una larghezza massima di 84TE. Il tutto tipicamente viene alloggiato in appositi armadi.
Questo tipo di scheda puo' essere impiegato anche da sola in quanto dispone, gia' di base, di una completezza di risorse in termini di I/O ed elaborativi.
La differenza tra una scheda di CPU e le altre e' data dal tipo di Microprocessore adoperato e dalla scelta architetturale delle tipologie di I/O e di risorse di memoria di bordo. In genere le risorse di memoria di bordo sono determinate da esigenze di compatibilita' con una rosa di tools Software di sviluppo a cui la scheda può essere associata.

Questo gruppo di schede e' fondamentalmente nato per essere impiegato direttamente sulle barre DIN di un quadro elettrico. Prevede quindi un contenitore con agganci per dette guide. Possiede una moderata modularita' ed espandibilita' che gli viene consentita dal connettore di Abaco® I/O BUS. In genere possiede una propria sezione alimentatrice ed il loro utilizzo ottimale e' stato concepito per affrontare problematiche limitate o comunque non suscettibili di notevoli incrementi di prestazione rispetto alla configurazione originale.
Sono un'ottima alternativa, sopratutto economica, alle schede in Singola Europa tutte le volte che il numero di I/O da controllare e' limitato e non e' richiesta l'estrema modularita' dell'altro formato.
Anche questo tipo di scheda puo' essere adoperata da sola senza necessariamente avere delle altre strutture esterne di supporto. Una tipica scheda di CPU aventi queste caratteristiche é la GPC® 15R.
Le schede di CPU aventi come caratteristica primaria l'uso dell'Abaco I/O BUS sono tutte quelle della Serie 3 (ingombro di 100x148 mm) e della Serie 4 (ingombro 50x100 mm)
 

B) Modelli di CPU non espandibili

Questo gruppo di schede di CPU e' essenzialmente concepita per operare da sola. Ha a bordo tutto quello che può servire per lavorare compresa la sezione alimentatrice. Quest'ultima é disponibile in varie combinazioni dal 5Vdc fino alla tensione di rete. Possiede un contenitore con agganci per barra DIN e trova posto direttamente nel quadro elettrico.
Dispone di notevoli soluzioni per lo sviluppo software degli applicativi ed ha il miglior rapporto prezzo prestazione rispetto a tutte le altre soluzioni viste precedentemente.
L'impiego va valutato attentamente in quanto, non avendo possibilita' di ampliamenti, le risorse di bordo devono essere superiori o al massimo uguali a quelle richieste dall'applicazione.
Per le loro caratteristiche si prestano ad un uso in rete con concetti di controllori ad intelligenza distribuita; telecontrollo; ecc.


SCHEDE PERIFERICHE


Fanno parte delle schede periferiche tutte quelle soluzioni hardware che sono asservite ad altre schede e vengono da queste ultime gestite.
La prima suddivisione in questo gruppo e' data dal tipo di interfacce di I/O messe in campo che, tipicamente, possono essere divise in due sottogruppi: periferiche Digitali e periferiche Analogiche.
Una ulteriore suddivisione di entrambi i gruppi e' data dalla funzionalita' che la stessa scheda puo' avere. Questa funzionalita' e' data dalla presenza, a bordo scheda, o meno di organi intelligenti. Nascono così i sottogruppi di schede periferiche intelligenti analogiche o digitali.
Gli ulteriori frazionamenti comportano una definizione sempre maggiore del settore di impiego (controllo assi, modem, temperature, ecc.) fino a delimitare una specifica funzione operativa che, in genere, coincide con una ben precisa scheda.
Anche in questo caso esistono delle differenze meccaniche tra schede aventi funzioni analoghe che le rendono indicate per operare in un Rack piuttosto che su barra DIN e vice versa. Abbiamo quindi che la stragrande maggioranza di queste schede e' nel formato standard Singola Europa, mentre le rimanenti fanno parte delle soluzioni BLOCK.

Nella serie di periferiche nel formato BLOCK esistono inoltre moduli dotati di un connettore di Abaco® I/O BUS. Questa caratteristica consente di poter avere una modularità decisamente superiore alle semplici schede BLOCK di condizionamento segnale avvicinandole, in termini di flessibilità, a quelle presenti nel formato Singola Europa. E' inoltre possibile costruire delle apparecchiature che utilizzino contemporaneamente sia schede del tipo BLOCK che del tipo Singola Europa utilizzando i Motherboard tipo ABB 03 ed ABB 05.


Pagina Aggiornata al 02 Febbraio 2004


homeHome Scheda Schede Indice Categorico Tabelle CPU D. S. Riviste SimStick         Articoli